Scarpe Vans Uomo

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Scarpe Vans Uomo. FINO AL 60% DI SCONTO!

La partecipazione nella DyeCoo ha quindi permesso a Nike di inglobare questa tecnologia nella sua filiera di produzione, scarpe vans uomo e oggi si è compiuto il passo finale verso l’entrata a regime del nuovo processo produttivo con l’ apertura ufficiale della nuova fabbrica a Taipei in Taiwan, La nuova filiale è, infatti, deputata esclusivamente all’utilizzo di ColorDry essendo dotata di attrezzature ad alto ritrovato tecnologico in grado di fare a meno sia dell’acqua che degli agenti chimici necessari alla colorazione dei tessuti, L’annuncio è stato fatto insieme a FENC Corp., partner di Nike che si occupa materialmente della produzione dei capi griffati con il famoso swoosh..

Eric Sprunk, Direttore Operativo di Nike, crede che l’innovazione produttiva possa giocare un ruolo chiave qualora le imprese riconoscano l’importanza di ridurre la dipendenza da risorse non rinnovabili:  “Nike scarpe vans uomo innova non solo nel design dei nostri prodotti, ma anche in come sono realizzati, Vediamo sostenibilità e crescita del business come complementari e la nostra strategia è di dare priorità ai rapporti con le fabbriche che dimostrino il desiderio di investire in pratiche e tecnologie sostenibili, La nostra collaborazione con FENC e DyeCoo, per sviluppare e scalare il processo ColorDry, è una tappa importante nel nostro cammino verso l’innovazione produttiva”, ha sostenuto Sprunk..

I preliminari commenti di FENC dimostrano che ColorDry è più efficiente e allo stesso tempo migliore qualitativamente dei tradizionali metodi di tintura: “Paragonato ai classici metodi di colorazione, il processo ColorDry riduce del 40% il tempo impiegato per l’operazione e di circa il 60% l’utilizzo energetico, Rende inoltre i colori i più saturi, intensi e fedeli che abbiamo mai visto”, ha affermato Kuenlin Ho, Vice Presidente Esecutivo di FENC, All’inaugurazione della fabbrica e alla dimostrazione della nuova tecnologia erano presenti, ovviamente, oltre a Nike e FENC anche DyeCoo ed alcuni membri del governo taiwanese, i quali si sono sentiti rassicurare dai vertici dell’azienda olandese che presto verrà aperta una sede a Taiwan per servire al meglio la crescente domanda di ColorDry:  “L’impegno di Nike come investitore e partner tecnico è unico nel suo genere per sostenere DyeCoo ai fini di raggiungere il suo vero potenziale, Anche IKEA ha investito in DyeCoo ed entrambe le aziende ci hanno messo in contatto scarpe vans uomo con i partner della filiera produttiva, Vedo enormi possibilità di rimodellare l’industria di tintura e le industrie affini, mentre lavoriamo insieme per espandere l’applicazione della nostra tecnologia al di là del poliestere”, ha dichiarato Geert Woerlee di DyeCoo..

Il 12 ottobre 1492, Cristoforo Colombo sbarcava a San Salvador dando il là alla colonizzazione europea delle Americhe. Qualche secolo più tardi, nello stesso giorno, vedeva la luce il Club Atlético Talleres de Córdoba, squadra argentina che ha toccato quest’anno il traguardo dei 100 anni. Seguendo anche noi le orme del celebre esploratore genovese, attraversiamo idealmente l’oceano e raggiungiamo Córdoba, per andare ad ammirare la speciale  camiseta coi cui i Tallarines hanno celebrato lo storico anniversario.

Dalla divisa e dai colori sfoggiati in campo, il Club Atletico Talleres tradisce ascendenze britanniche : era infatti il 1913 quando all’interno della locale compagnia ferroviaria Córdoba Central Railway, Thomas Lawson, inglese da tempo trapiantano in Sudamerica, istituì ufficialmente l’ scarpe vans uomo Atlético Talleres Central Córdoba (l’attuale denominazione arriverà quattro anni più tardi), assumendone la prima presidenza; tra le varie sezioni aperte, quella calcistica divenne in breve la più importante..

La maglia biancoblu della compagine, quasi mai mutata in un secolo di storia – se non nel blu, talvolta più vicino all’azzurro -, ripropone l’identità del Blackburn Rovers, ex club di Lawson, in gioventù calciatore nella sua terra d’origine; solo nei primi anni del sodalizio, a causa della penuria d’indumenti e soldi, si ricorse a casacche biancoviola o biancobordeaux, le due tinte che più s’avvicinavano alla colorazione originale. Nonostante la bacheca della squadra, a livello nazionale e continentale, non sia poi molto ricca, i Tallarines vantano uno dei più folti bacini di tifosi del paese; per i tanti appassionati, era quindi grande l’attesa circa la camiseta del centenario, così come per la società era d’obbligo non farsi trovare impreparata all’importante appuntamento.

Penalty è un marchio assente dal vecchio continente, e pertanto poco conosciuto al grande pubblico europeo; ciò non vale per gli appassionati “magliofili”, che negli ultimi anni hanno imparato ad apprezzare i lavori di quest’azienda brasiliana (che in Sudamerica è una solida realtà), nonché il suo approccio per quanto concerne scarpe vans uomo anniversari e celebrazioni, Nel caso dei Talleres de Córdoba si tratta altresì d’una sorta di regalo d’addio al club, essendo questo l’ultimo anno della loro collaborazione (dal 2014 subentrerà loro Joma)..

In cento anni di storia, il club ha attraversato il periodo più florido nella seconda metà degli anni novanta, quando raggiunse il suo massimo traguardo vincendo l’ultima edizione della Copa Conmebol; non sarebbe stato quindi fuori luogo vedere una maglietta ispirata a quel decennio – una scelta che di base avrebbe avuto pieno senso, ma che probabilmente sarebbe stata concepita come “poco storica” da tifosi e collezionisti, Effettivamente, la divisa del 1999 risentiva molto delle sperimentazioni dell’epoca, con maniche monocromatiche, dettagli rossi, e una striscia bianca centrale dalla scarpe vans uomo doppia larghezza..



Recent Posts