Continental 80 Adidas

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Continental 80 Adidas. FINO AL 60% DI SCONTO!

Intanto, ancora nella vivacissima Torino, inizia a disputare qualche gara ufficiale lo Sport Club Juventus, sorto due anni prima per iniziativa di alcuni studenti del continental 80 adidas liceo D’Azeglio, e, sempre nel 1899, si completerà anche nel calcio il triangolo Genova-Milano-Torino, sinonimo della grande crescita industriale del nostro paese, ancora una volta per merito di Mr Kilpin che contribuirà alla fondazione del Milan Foot-Ball and Cricket Club scegliendone i colori con queste parole: «Saremo una squadra di diavoli, I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari!», In seguito, nel 1908, alcuni soci dissidenti (dalle provenienze geografiche più svariate), se ne distaccheranno per fondare il Football Club Internazionale Milano..

Nel primo decennio del ‘900 il panorama continental 80 adidas calcistico nazionale comincia ad assumere una prima composizione più variegata anche se non omogenea sul territorio, si moltiplicano le squadre ma molte di esse appartengono ad una stessa realtà cittadina, Il diffuso settimanale Lo Sport Illustrato presenta nell’edizione del 30 ottobre 1913 le squadre partecipanti al campionato (non tutte, mancano le centro-meridionali tra cui la Lazio, arrivata seconda dopo la finale con il Casale), La copertina mostra al centro una bella illustrazione di un’azione di gioco attorno alla quale sono rappresentati degli scudi con i colori sociali di tutte le squadre, Questo conferma come le maglie fossero il vero segno distintivo di una società calcistica, tuttavia attraverso le foto ed i documenti dell’epoca sappiamo che alcuni club avevano già degli stemmi da sfoggiare sulle divise, Sulle camicie da gioco dei primi anni del Milan è possibile individuare un taschino a toppa bianca crociato di rosso: lo stemma del comune di Milano, mentre in un’altra storica fotografia raffigurante il calciatore dell’ Inter Aldo Cevenini è possibile riconoscere uno scudo con all’interno il serpente visconteo-sforzesco, altra nota effigie meneghina..

Anche i giocatori della Pro Vercelli e del Novara in alcune foto rispettivamente dei campionati 1911-12 e 1914-15 portavano cuciti sul petto gli stemmi dei comuni d’appartenenza, Si deduce quindi che le squadre, anche in quei pochi casi in cui avessero dei propri loghi ben definiti, preferissero utilizzare sulle proprie divise un emblema cittadino o quantomeno legato alla loro area geografica, L’Internazionale, ad esempio, fin dalla sua fondazione nel 1908 era in possesso del logo tutt’ora utilizzato (con minime variazioni di restyling), Lo storico continental 80 adidas primo logo, infatti, fu disegnato dal cartellonista e pittore Giorgio Muggiani, socio fondatore del club nonché segretario della società, Abbiamo già visto però come sulle divise, nel caso in cui ci fosse uno stemma, cosa comunque rara e discontinua, apparisse il cosiddetto “biscione”..

Pure la Juventus adottò, se non dal suo esordio, almeno fin dai primi del ‘900 il noto stemma ovale a strisce verticali bianche e nere. Lo possiamo vedere stampato su una tessera sociale d’inizio secolo ed è praticamente rimasto invariato fino al restyling che lo ha investito nel 2004. Nell’immagine il logo è nella sua versione con lo sfondo del nome del club di colore blu Savoia, omaggio alla tradizione sabauda di Torino, e di forma concava. Lo sfondo dello stemma civico è anch’esso in blu Savoia, mentre il toro e il nome del club sono di colore giallo-oro.

Un cimelio calcistico molto ricercato dagli appassionati che però innesca alcune interessanti riflessioni sul piano grafico è la spilla da giacca della Pro Vercelli che ci dà testimonianza di un logo calcistico di una tra le più titolate squadre dei primi del secolo, La società nel corso dei decenni andrà incontro ad un declino tanto grave da farle perdere svariate volte lo status professionistico ma proprio per questo la testimonianza acquista maggiore interesse, Il logo non ha dovuto adeguarsi nel tempo alle necessità di continental 80 adidas mercato di un grande club dei nostri giorni, di conseguenza ci dà la possibilità di osservare, liberi da sovrastrutture preconcette, i caratteri puramente estetici di tale stemma, cristallizzati nel tempo e che, per certi versi, appaiono addirittura naïf..

In fondo, senza molte preoccupazioni riguardo all’originalità, si trattava dell’ennesimo scudo crociato, ma il gusto dell’epoca è ben riconoscibile nella composizione che molto traeva da quella sinuosità liberty che aveva invaso da tempo ogni aspetto estetico dell’Europa di inizio secolo.

Londra, The Game, è stata una delle esperienze più particolari mai fatte da Scarpini.it Poter realmente diventare protagonisti di un videogioco è stato qualcosa di irripetibile, ma come spiegarvi nel migliore dei modi come abbiamo affrontato i Predator con continental 80 adidas solo le nostre scarpe Instinct ai piedi? Ci viene in soccorso adidas con un video che ha messo alla prova anche Oscar, il calciatore brasiliano in forza al Chelsea..

Chi ha seguito Scarpini.it attraverso i canali social nelle giornate di mercoledì e giovedì non si è perso nulla di quanto abbiamo vissuto a Roma con Nike per l’ Innovation Showcase, Proviamo a ripercorrere insieme questa entusiasmante due giorni romana, Arrivati a Roma, siamo stati subito trasferiti e messi “in attesa” di scoprire le prime novità di giornata; quello che ci aspettava era qualcosa di eccezionale e, se la nostra vera natura sono gli scarpini, scoprire maglie da calcio ha sempre un sapore speciale, Una terza maglia al giorno d’oggi ha un’importanza diversa rispetto al passato, vedere i top club d’Europa unificati nella logica di creazione è continental 80 adidas stato sicuramente speciale, Le immagini però, possono parlare molto di più delle parole, quindi ecco le divise di Roma, Juventus, Galatasaray, Inter, Man City, Paris Saint-Germain e Barcellona.



Recent Posts