Adidas Superstar Oro

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Adidas Superstar Oro. FINO AL 60% DI SCONTO!

Nel corso della presentazione della campagna abbonamenti sono state svelate le nuove maglie del Crotone 2016-2017, una collezione firmata Zeus che entra di diritto nella storia per la prima partecipazione in Serie A, Per il debutto nel massimo campionato italiano la maglia rossoblù si presenta con una veste decisamente moderna, le righe verticali – 7 rosse e 6 blu, sono di spessore differente, le più sottili sono a loro volta bordate di bianco, Il bianco si può quasi definire il terzo colore della casacca, infatti ricopre interamente il colletto alla simil coreana chiuso da tre bottoni, l’orlo delle maniche e il bordo inferiore, Un dettaglio prezioso fa capolino sul lato sinistro dove troviamo uno  squalo realizzato con tecnica embossed, una caratteristica già apprezzata nella collezione dello scorso adidas superstar oro anno..

Passiamo al retro, qui le strisce sono interrotte da un riquadro blu che ospita la stampa dei nomi e dei numeri bianchi con contorno rosso, Più in alto c’è la dicitura “QDO”, un acronimo in greco arcaico per “KRO”, I pantaloncini sono blu con il adidas superstar oro bordo bicolore rosso e bianco, decisamente curati i calzettoni che riprendono lo stile delle righe della casacca con l’aggiunta delle scritte “Zeus” e “Crotone”, I colori sociali, stavolta su base bianca, sono i protagonisti anche sulla maglia away, La parte alta che ingloba il lettering Zeus e lo stemma del Crotone è colorata da un inserto rossoblù inframezzato da una sottile riga bianca, Il rosso e il blu decorano anche l’orlo delle maniche e il bordo inferiore..

Come nella casacca home il colletto è chiuso dai bottoni e sul lato sinistro inferiore c’è la sagoma dello squalo in rilievo, L’inserto rossoblù prosegue anche sul retro adidas superstar oro e delimita il nome dei calciatori stampato in bianco, I numeri invece sono blu con traccia rossa, I pantaloncini e le calze del completo away sono bianche con cerchiatura rossa e blu, Per la terza divisa Zeus mantiene i toni fluo, stavolta virando nel colore verde, Permane rispetto alla passata stagione anche la banda diagonale rossoblù che parte dalla spalla sinistra e termina sul fianco destro, ma con un innovativo effetto frastagliato..

Identici i rimanenti dettagli come il colletto, i bordi decorati dal rosso e dal blu, lo squalo embossed e l’acronimo in greco antico “QDO”. I nomi e i numeri sono blu con traccia rossa. In verde fluo con accenti rossoblù sono anche i pantaloncini e i calzettoni. Le tre divise sono state svelate presso la sala conferenze dell’hotel Best Western San Giorgio con il presidente Raffaele Vrenna a fare da cerimoniere. Il 6 agosto si è disputata al San Vito Gigi Marulla la prestigiosa amichevole fra Crotone e Atletico Madrid. I pitagorici per l’occasione hanno indossato una maglia giallo fluo con un inserto blu che ricopriva il petto e le maniche.

Sul retro le personalizzazioni erano bianche, una scelta infelice perchè il minimo stacco cromatico non permetteva la leggibilità dagli spalti e in tv, Per la cronaca anche i numeri blu dell’Atletico erano quasi indistinguibili, Per lo storico debutto in Serie A il marchio Zeus, fondato nel 1999 da un gruppo di giovani imprenditori, ha realizzato un set di maglie con una buona dose di innovazione che hanno subito riscosso adidas superstar oro un turbinio di commenti positivi, Se in passato le critiche non sono mancate a causa di lavori un po’ troppo ispirati ad altri brand, il passo avanti dell’azienda campana è un dato di fatto..

“Wolves are the biggest team for us in Italy”, ha affermato  Walter Zenga nella sua conferenza stampa di presentazione come allenatore del Wolverhampton Wanderers. Una frase decisamente forte che vogliamo omaggiare parlando proprio delle maglie dei Wolves in questo nuovo appuntamento con la rubrica Venerdì Vintage. Analizzeremo precisamente le casacche del biennio 1996-1998  trascorso dal club in First Division, la seconda serie del calcio inglese dell’epoca. Delle maglie a loro modo memorabili, tutte incentrate sulla forma del ‘Lupetto’ di Wolverhampton, con inserti e forme tutti disegnati col righello, senza la minima concezione di forma ergonomica. Così tra la cucitura dritta delle maniche nere e il colletto squadrato a V trovano spazio le orecchie del lupo e tra gli inserti trapezoidali dei fianchi si allunga il muso.

Come se non bastasse, adidas superstar oro la texture centrale del corpo è un mosaico di lupi sfumati tono su tono, a elevare all’ennesima potenza l’ispirazione della maglia allo stemma del club, La trama è particolarmente visibile nella maglia away caratterizzata da due toni di blu con finiture arancioni e nere, Dove si raggiunge il top della deriva Anni 90 è nella maglia da portiere, che merita uno sguardo super ravvicinato, Medesima texture, stessa impostazione sulla forma della testa del lupo e in più un elemento meno evidente a prima vista ma comunque caratterizzante: le maniche, che nella parte alta sono rosse, con una linea spezzata nera che va a formare una W, in modo da ottenere tra le due la sigla WW, Wolverhamtpton Wandereres..

E per chiudere, ammiriamo il trionfo dei dettagli di queste maglie firmate Puma, Dalla targhetta sul fianco destro con il nome della squadra e l’anno di fondazione riportato su quattro piccole divise stilizzate delle quali una da portiere, fino all’etichetta sulla sinistra con il marchio Puma da un lato e le iniziali adidas superstar oro WWFC con la testa del lupo dall’altro, E poi le iniziali “WWFC” ricamate sul retro del colletto e il “Made in England” sull’etichetta interna, che più di tutto il resto dà l’idea della lontananza di quell’epoca calcistica, che a memoria sembra vicina, ma in realtà è distante vent’anni….



Recent Posts