Adidas Solar Glide

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Adidas Solar Glide. FINO AL 60% DI SCONTO!

Le Puma evoPower sono attualmente sul mercato degli scarpini da calcio forse l’unico prodotto superstite del segmento “Power” (il nome non mente…) e le caratteristiche della versione che attualmente vedete nei campi di tutto il mondo coniuga, in maniera forse totale, tutto quello che si desidera da una scarpa da calcio, Tocco di palla, robustezza, elasticità, comfort, un insieme di caratteristiche che ne fanno uno dei prodotti più completi che potete acquistare oggi, adidas solar glide Come tutte le versioni, dovevamo immaginare che avrebbe avuto un seguito; infatti l’ uscita della nuova generazione di evoPower non è lontana e ce lo dimostrano i Top Player che militano in Premier League (campionato dove Puma la fa davvero da padrona) che stanno indossando durante i loro allenamenti non più un prototipo in via di sviluppo, ma la versione definitiva che uscirà a breve, ovviamente in versione total black..

Denis Dekovic, Mark Miner e Marc Dolce sono tre designer sportivi probabilmente sconosciuti ai più, ma che da qualche giorno sono al centro di un’importante diatriba legale con Nike che coinvolge indirettamente anche adidas, Nike ha chiesto loro un risarcimento economico e la restituzione di brevetti e progetti che avrebbero trafugato nei mesi scorsi, Dekovic, Miner e Dolce hanno lavorato per anni in Nike, rispettivamente nel reparto calzature di calcio, adidas solar glide running, basket e in quello sportswear, In particolare il primo si è messo in mostra per le innovative scarpe Magista e Mercurial Superfly, prodotti di punta dell’attuale collezione firmata Nike..

A settembre i tre hanno annunciato il  passaggio ad adidas nel 2015, al termine del patto di non concorrenza adidas solar glide stipulato con Nike, Un vero colpo di mercato per il brand tedesco che ha scosso non poco l’ambiente sportswear, L’ accusa di Nike è quella di aver avuto contatti con adidas nel periodo in cui erano ancora sotto contratto e di essere dietro uno studio aperto da poco a Brooklyn che imita il concept della Nike Innovation Kitchen, Il trio avrebbe inoltre trasferito un’ingente mole di documenti riservati tramite pc, smartphone ed e-mail aziendali, cancellando in seguito ogni traccia di questo passaggio..

I documenti spaziano dai piani di business, comprese alcune strategie specifiche per competere con adidas, fino a disegni e rendering dei prodotti che saranno rilasciati nei prossimi 2-3 anni, quali scarpe e divise da calcio di club e nazionali sponsorizzate. Non è finita qui, perchè pare che adidas abbia offerto ai designer l’assistenza legale e la copertura di ogni spesa processuale relativa al loro ingaggio. Un portavoce di adidas ha dichiarato che l’azienda è sempre alla ricerca dei migliori talenti e che non ha alcun interesse nei lavori precedenti dei suoi collaboratori. Lo stesso Dekovic ha respinto le accuse tramite Instagram affermando di aver dato il massimo nei quasi nove anni passati in Nike, sacrificando anche gli affetti personali per il lavoro.

Il compito di trovare la verità sarà affidato al tribunale della contea di Multnomah, noi restiamo in attesa di adidas solar glide conoscere gli sviluppi, L’eterna lotta fra adidas e Nike si arricchisce di un nuovo capitolo, sarà intrigante scoprire quali prodotti vedremo nei prossimi anni alla luce di questa “spy-story”..

Oggi per il Venerdì Vintage parliamo di quella che può essere considerata una pietra miliare del calcio inglese e di quello europeo: l’esordio del marchio Nike, avvenuto sulle maglie del Sunderland nella stagione 1983-1984. La casacca era un mix tra la classicità e la pulizia delle strisce verticali e la modernità rappresentata dal materiale sintetico e dalla scelta stilistica delle maniche completamente bianche con cucitura raglan. Il colletto a V ed i bordi anch’essi bianchi, erano rifiniti da una doppia rigatura rossa.

Singolare il posizionamento dei loghi rispetto a quello che vediamo oggigiorno, Il marchio Nike in versione classica con Swoosh e lettering era posizionato sul cuore, mentre lo stemma del club (nella versione con la nave utilizzata dal 1977 al 1991) era ricamato sul lato opposto, Rispetto alla precedente divisa firmata Le Coq Sportif, decisamente lontana dalla tradizione adidas solar glide dei Black Cats, venne restaurata la storica disposizione dei colori: maglia palata biancorossa, calzoncini neri e calzettoni rossi..

Lo sbarco di Nike nel mondo del calcio era avvenuto pochi anni prima, precisamente nel 1978 con la sponsorizzazione dei Portland Timbers che militavano nella NASL, Due anni dopo le squadre diventarono dieci con tante maglie dal sapore piuttosto esotico, Dalle nostre parti si dovettero attendere adidas solar glide gli anni ’90 per assistere all’ascesa di Nike fino al quasi duopolio con Adidas, Il Sunderland fece da apripista nel Regno Unito verosimilmente in virtù del fatto che la sede della divisione UK del marchio era basata nella contea di appartenenza della città, il Tyne and Wear..



Recent Posts