Adidas Costumi

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Adidas Costumi. FINO AL 60% DI SCONTO!

Il resto della maglia home è bianco con il bordo delle maniche blu e l’ acronimo BWFC stampato sul retro del adidas costumi collo, Lo spazio sul petto è riservato al logo Macron, allo stemma del club ricamato e al main sponsor, In foto è quasi invisibile, ma dal vivo si può notare anche il disegno dell’elefante in rilievo nella parte bassa del retro maglia, impreziosito dalla scritta “Supera Moras”, I pantaloncini sono blu navy con una fettuccia rossa sul bordo inferiore, Più elaborati i calzettoni, sempre di base blu, con una riga orizzontale rossa e una bianca che racchiudono l’acronimo BWFC..

SECONDA MAGLIA BOLTON 2015-2016 “Take it away lads” è invece il motto scelto per la seconda maglia del Bolton, Macron propone una maglia nera con adidas costumi un colletto alla coreana bordato di oro, Sempre dorati sono lo stemma dei Trotters, i loghi Macron, lo sponsor e le finiture su maniche e fianchi, Lo schema cromatico nero e oro prosegue anche su calzoncini e calzettoni, All’occorrenza il kit away è abbinato anche a pantaloncini e calze bianche, Come giudicate il nuovo lavoro di Macron rispetto a quello dello scorso anno ?.

Dopo la storica promozione in Serie A, la prima della sua storia, il Carpi cambia adidas costumi sponsor tecnico, Ieri è stato annunciato ufficialmente il contratto triennale con Givova che sostituisce Sportika, Fino al 2018 le maglie del club biancorosso saranno marchiate con il logo del brand campano, attualmente sponsor in Serie A anche del ChievoVerona..

Diego Simeone in veste di fotografo ha immortalato la nuova maglia dell’Atletico Madrid 2015-2016. A 20 anni dalla storica doppietta in campionato e in Coppa del Re nel 1995-96, Nike ha deciso di rendere omaggio a quella squadra leggendaria recuperando degli elementi presenti nella divisa indossata da Caminero, Vizcaíno, Kiko, Pantic e anche l’attuale allenatore degli spagnoli. PRIMA MAGLIA ATLETICO MADRID 2015-2016 La maglia casalinga si distingue per le cinque righe rosse e quattro bianche, a loro volta arricchite da una riga più sottile lungo bordi. Le maniche sono interamente rosse e il colletto si chiude con una forma a ‘V’, mentre la parte posteriore si colora di blu come le linee che scorrono sui fianchi.

All’interno del collo, inscritto in una bandiera della Spagna, c’è il ricordo del double: “1995/96 * 2015/16”, Sul petto adidas costumi compaiono lo stemma societario ricamato, lo swoosh Nike e il nuovo main sponsor Plus500 con cui è stato firmato un contratto biennale, Sorpresa sul retro dove non ci sono le tipiche strisce verticali in favore del solo sfondo rosso con nomi e numeri bianchi, Semplici e senza orpelli particolari i pantaloncini ed i calzettoni, rispettivamente in blu e in rosso..

Per promuovere il lancio della nuova maglia l’Atletico Madrid ha aperto in notturna lo store del Vicente Calderón, i primi 96 che hanno acquistato la divisa hanno ottenuto anche un omaggio extra. SECONDA MAGLIA ATLETICO MADRID 2015-2016 Il doblete del 1995-96 ha ispirato anche la scelta dei colori riservati al kit da trasferta. Come 20 anni fa la maglia è blu, con una tonalità più scura che ricopre le maniche, le spalle e il colletto a polo. Tocchi di rosso sono presenti nella parte interna dei lembi del colletto e sulla striscia lungo i fianchi, un elemento che contraddistingue quasi l’intera collezione Nike 2015-2016. Come nella maglia home, l’interno del colletto è impreziosito dalla bandiera spagnola in cui sono inscritte le date che ricordano i due storici trionfi.

« adidas costumi Un centímetro, Un maldito centímetro, Uno, che cambiava todo! » Parliamo di quei dieci millimetri che, esattamente un anno fa, avrebbero potuto prolungare il sogno cileno in terra brasiliana, finendo invece per diventare il simbolo di uno dei più grandi rimpianti mai vissuti dalla Roja, Belo Horizonte, 28 giugno 2014, Sul prato del Mineirão — stadio destinato, di lì a breve, a entrare davvero nella storia del calcio —, a giocarsi un ottavo di finale tutto sudamericano ci sono, da ormai 119 interminabili minuti, undici maglie gialle contro altrettante casacche rosse, quelle di Brasile e Cile..

Una sfida al cardiopalma con, da una parte, una generazione di verdeoro sofferenti nel portare il peso di colori che non conoscono altra opzione del successo, tantopiù davanti alle aspettative di un’intera nazione; dall’altra c’è all’apparenza solo un manipolo di stanchi e incerottati cileni, i quali tuttavia, contro ogni pronostico e con la sola garra rimasta loro in corpo, vedono inaspettatamente a un passo il colpo della vita, Manca un solo giro di lancetta prima che il dischetto si prenda la scena, quando ai piedi di Mauricio Pinilla arriva quella che potrebbe essere la sliding doors di una carriera, Vanamente contrastato da Thiago Silva, il n, 9 cileno lascia esplodere un destro da fuori area che, per un secondo, toglie il fiato all’intero pianeta… lascia in ginocchio Júlio César… ma, per un maledetto — o benedetto, a seconda delle fazioni − adidas costumi centimetro, si infrange con tutta la sua forza contro la traversa..



Recent Posts